CONTENUTO DEL PROGETTO

Il progetto esecutivo dei “Lavori di riqualificazione rete stradale ed infrastrutturale borghi rurali” è stato predisposto dallo Studio ArchiEngineering di Tavagnacco (UD)

Le finalità principali degli interventi sono la sistemazione e l’asfaltatura della viabilità comunale di tre località ricadenti nel comune di San Vito al Torre, di seguito riassunte e meglio indicate negli elaborati grafici allegati:

- interventi in località Crauglio;

- interventi in località San Vito al Torre;

- interventi in località Nogaredo al Torre.

 1.                   Crauglio.

Intervento C1 – via Aquileia completamento

L’intervento riguarda la sede stradale di via Aquileia, e interesserà un tratto di circa 430 m come meglio individuato negli allegati elaborati grafici progettuali. La strada attualmente è asfaltata ma risulta piuttosto dissestata e irregolare.

Intervento C2 – via Aquileia laterale

L’intervento riguarda una strada laterale di via Aquileia e si svilupperà per una lunghezza di circa 160,00 mt. Verrà effettuata la scarifica della massicciata sull’intera sede stradale, si provvederà poi alla ricarica funzionale al ripristino della sagoma stradale ed alla stesura del manto di usura finale. Verranno inoltre realizzati n. 6 nuovi punti luce, posizionati lungo la via con un interasse di circa 32,00 m.

Intervento C3 – laterale via Gradisca

L’intervento riguarda la sede stradale della laterale di via Gradisca che conduce al cimitero di Crauglio. Si limiterà ad intervenire sui primi 70 m a partire da via Gradisca.

Intervento C4 – cimitero Crauglio

L’intervento prevede l’asfaltatura del piazzale antistante il cimitero e interesserà un’area di circa 1.300 mq. Ad integrazione della rete di smaltimento acque meteoriche già esistente, saranno creati tre nuovi punti di captazione ed allacciamento al pozzetto esistente più vicino. In corrispondenza del muro perimetrale del cimitero, ai lati dell’ingresso, si lasceranno due fasce non asfaltate di larghezza 1 m, da completare con finitura a verde e cordonata perimetrale in pietra artificiale, come meglio specificato nelle tavole grafiche allegate.

Intervento C5 – Crauglio piazza Aldo Moro

L’intervento prevede la riasfaltatura di piazza Aldo Moro in località Crauglio.

Intervento C6 – Crauglio piazza Aldo Moro

L’intervento prevede la riasfaltatura di piazza Aldo Moro in località Crauglio.

 2.                   San Vito al Torre.

Intervento V1 – sede stradale di via Roma verso Aiello

L’intervento riguarda la sede stradale di via Roma che collega il centro del paese con la S.R. 252. Si tratta di una strada asfaltata che risulta però in alcuni punti dissestata ed irregolare. In questo caso si provvederà alla scarifica laterale della massicciata per una fascia di larghezza pari a 2,50 m e per un tratto di circa 260,00 mt, alla stesura del manto bituminoso – “binder semiaperto” per uno spessore utile al ripristino della sagoma stradale e successiva stesura di uno strato di usura superficiale

Intervento V2 – sede stradale di via Redipuglia

L’intervento riguarda parte della sede stradale di via Redipuglia, arteria di collegamento tra la strada SP2

– via Trieste con il centro del capoluogo di San Vito e comprende anche il completamento della bretella che delimita ad est la piazzetta del capoluogo.

Intervento V3 – via Roma completamento

L’intervento riguarda la sede stradale di via Roma, dove sono previsti il completamento del percorso ciclopedonale sul lato nord e dei marciapiedi sul lato sud. Per quanto riguarda il lato nord, si provvederà alla stesura del manto di finitura in conglomerato bituminoso chiuso per uno spessore minimo di 8 cm lungo tutto il percorso ciclopedonale già delimitato dalla cordonata posata con precedente intervento. L’opera, come già detto, interesserà l’intero tratto di via Roma, a partire dall’incrocio con la S.P.n. 2 via Trieste fino al centro del paese come meglio indicato nelle allegate tavole grafiche. L’intervento sul lato sud consiste invece nella realizzazione dei marciapiedi, limitatamente ad un tratto finale di circa 180 mt, così come meglio individuato nelle tavole grafiche. Si prevede la demolizione e rifacimento della cordonata esistente; successivamente verrà ricreato il cassonetto e il manto di completamento che verrà realizzato in calcestruzzo armato dello spessore minimo di 10 cm. con finitura antisdrucciolo di tipo frattazzato.

Intervento V4 – via Roma laterale

L’intervento riguarda la sede stradale di una laterale di via Roma, attualmente non asfaltata. L’area sarà dotata di rete fognaria (ora assente): saranno creati nuovi punti di captazione delle acque meteoriche, completi di pozzetto e caditoia, allacciati ai pozzetti d’ispezione e saranno predisposti gli opportuni allacciamenti delle possibili utenze private. Successivamente si procederà con l’asfaltatura della strada, previo preparazione del piano di posa. Verranno inoltre posti in opera n. 2 pali di pubblica illuminazione

3.                   Nogaredo.

Intervento N1 – Nogaredo cimitero

Asfaltatura del piazzale del cimitero della frazione. Si provvederà alla creazione di una rete di captazione delle acque meteoriche, mediante posa in opera di n. 6 + 6 punti di captazione e correttamente collegati, mediante tubazione a n. 2 pozzi perdenti delle dimensioni previste e riportate nelle voci di capitolato. Si procederà poi con la creazione di un adeguato piano di posa, ottenuto mediante scarificazione e successiva cilindratura meccanica con stesura di materiale arido compattato; la formazione del manto superficiale in conglomerato bituminoso avendo cura di lasciare, attorno agli alberi esistenti, un’aiuola in ghiaia del diametro di circa 1,50 m.

Intervento N2 – Nogaredo laterale cimitero

Si tratta di una strada secondaria asfaltata che collega una laterale della S.P. 2 al cimitero di Nogaredo. L’intervento si concentrerà su un tratto di circa 50 m a partire dal piazzale del cimitero e sullo spiazzo in corrispondenza dello sbocco della strada dalla parte opposta. Previo realizzazione delle scarifiche necessarie, si procederà con la stesura del manto di usura in conglomerato bituminoso.

Intervento N3 – via Julia

L’intervento prevede la riqualificazione della centrale via Julia per il tratto che dalla SP2 – via Trieste attraversa tutto il borgo di Nogaredo e si estenderà per un tratto di circa 320 mt, come meglio specificato nelle allegate tavole grafiche. La massicciata dell’intera sede stradale sarà sottoposta a scarifica e riasfaltatura, saranno rimosse le cordonate ai lati della strada e sarà inserita una nuova cordonata stradale in pietra artificiale, si sostituiranno tutte le caditoie; l’intervento si estenderà anche ad una strada laterale di via Julia, attualmente non bitumata, dove verrà creato un adeguato piano di posa e successivamente verrà asfaltata solo una fascia centrale di 4,00 m, avendo cura di lasciare ai lati della sede due fasce in ghiaino.

Intervento N4 – Nogaredo lottizzazione SUD

L’intervento riguarda una strada interna ad una zona di recente lottizzazione nella parte SUD dell’abitato di Nogaredo, attualmente non asfaltata e priva di rete di smaltimento acque meteoriche; si provvederà alla creazione di quattro nuovi punti di captazione, completi di pozzetto di raccolta e caditoia collegati ad un pozzo perdente. Saranno inoltre predisposti gli allacciamenti per le singole utenze. Il primo tratto di strada, quello cioè sul quale insistono i vari lotti, sarà completato con la creazione di una strada centrale asfaltata di larghezza pari a 5,50 m, di un percorso ciclo-pedonale sul lato nord e di un marciapiede sul lato sud in ghiaino battuto. Per quanto riguarda la strada in uscita, le operazioni consisteranno nella creazione di adeguata sagomatura per una fascia di almeno 4,00 m che verrà successivamente bitumata. Nell’intervento è compresa anche la realizzazione del tratto di illuminazione pubblica, mediante l’installazione di n. 4 pali di illuminazione pubblica

Intervento N5 – Nogaredo lottizzazione NORD

L’intervento riguarda una strada interna ad una zona di recente lottizzazione nella parte NORD dell’abitato di Nogaredo, attualmente non asfaltata e priva di rete di smaltimento acque meteoriche. In questo caso si provvederà alla creazione di sette nuovi punti di captazione, completi di pozzetto di raccolta e caditoia, opportunamente collegati a  pozzi perdenti. Successivamente si provvederà all’asfaltatura della sede stradale per una fascia di almeno 6,00 m, avendo cura di sistemare a banchina in ghiaia battuta. Nell’intervento è compresa anche la realizzazione del tratto di illuminazione pubblica, mediante l’installazione di n. 5 + 3 pali di illuminazione pubblica.